Ši svetainė naudoja slapukus, kurių pagalba siekiama užtikriti geresnį jos naudojimą. Toliau naršydami mūsų svetainėje Jūs sutinkate su slapukų naudojimu OK

Riassunto in italiano del decreto del Governo lituano sulla quarantena del 14 marzo

Data:

16/03/03


Riassunto in italiano del decreto del Governo lituano sulla quarantena del 14 marzo

Il Governo della Repubblica di Lituania decide di:
1. Dichiarare il terzo livello di preparazione del sistema di protezione civile (di preparazione totale).
2. Dichiarare la quarantena in tutto il territorio della Repubblica di Lituania.

Spostamenti alla frontiera e all’interno del paese

Vietato l’ingresso ai cittadini stranieri nella Repubblica di Lituania, ad eccezione di: conducenti e membri dell’equipaggio ove si effettua il trasporto commerciale e(o) internazionale delle merci, persone in possesso del diritto di vivere nella Repubblica di Lituania, persone che hanno le immunità ed i privilegi in base alla Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche del 1961 ed alla Convenzione di Vienna sulle relazioni consolari del 1963 nonché persone in servizio presso le Unità militari della Nato e dei paesi Nato, loro personale domestico ed i loro famigliari.
Il passaggio della frontiera viene effettuato nei seguenti punti internazionali di frontiera: Kalvarija - Budzisko, Saločiai - Grenstalė, Butingė - Rucava, Smėlynė - Medume, Medininkai
- Kamenyi Log, Raigardas - Privalka, Kybartai - Chernyshevskoye, Panemunė - Sovetsk, aeroporti di Vilnius, Kaunas e Palanga e il porto marittimo di Klaipėda.
Fino alle ore 00.00 del 19 marzo 2020 è autorizzato il transito delle persone che ritornano nel loro paese di residenza attraverso il territorio della Repubblica di Lituania senza sosta indispensabile.
Vietata l’uscita dei cittadini lituani dalla Repubblica di Lituania tranne i casi in cui essi ritornano nel luogo della loro residenza, si recano al posto di lavoro oppure viaggiano con l’autorizzazione del direttore del Servizio per la protezione della frontiera dello Stato presso il Ministero dell’Interno della Repubblica di Lituania o della persona da esso delegata.
Per le persone che sono tornate dai paesi esteri è obbligatorio l’isolamento di 14 giorni.
Viene limitata l’intensità dei viaggiatori nei mezzi di trasporto passeggeri sui percorsi regolari interurbani: è autorizzato occupare solamente i posti seduti a distanza di 1 metro. Tale disposizione è raccomandata anche per il trasporto passeggeri nei mezzi di trasporto pubblico urbano.
La circolazione delle merci non viene limitata.

Attività del settore pubblico e privato
Nelle istituzioni nazionali e comunali, negli enti, nelle aziende gestite dallo Stato e dai comuni il lavoro viene organizzato in modalità remota tranne i casi in cui è indispensabile svolgere alcune funzioni sul posto di lavoro. È obbligatorio assicurare l’esercizio delle funzioni indispensabili e inderogabili. Per il settore privato si consiglia di lavorare con la stessa modalità organizzativa come nel settore pubblico.
Vietate visite agli enti di cultura, di tempo libero, di svago, di sport e l’assistenza fisica ai visitatori.
Vietati tutti gli eventi ed assembramenti negli ambienti aperti e chiusi.
Vietata l’attività dei centri di spa, dei sanatori, dei centri di riposo, ad esclusione dei servizi individuali di riabilitazione che sono legati alla terapia.
Vietata l’attività degli enti di ristorazione pubblica, dei ristoranti, dei caffè, dei bar, dei locali notturni e di altri luoghi di svago, ad eccezione del servizio di asporto oppure di altre modalità di consegna.
Vietata l’attività di negozi, centri commerciali e(o) centri di svago, ad esclusione della vendita di prodotti alimentari, prodotti di veterinaria, di farmacia e di ottica, nonché è vietata l’attività dei mercati, ad esclusione di quelli alimentari. Tale divieto non si applica al commercio via internet e nei casi in cui gli articoli vengono consegnati alla popolazione.
Vietato fornire i sevizi dei centri di bellezza.
Vietata l’attività dei casinò e dei centri di slot machine.
Vietate le visite ai detenuti ed agli arrestati, ad esclusione dei loro incontri con i propri avvocati.
Si consigliano i pagamenti non in contanti.

Organizzazione del lavoro degli enti di educazione
Viene sospeso il processo di educazione e di sorveglianza dei minori e le attività di istruzione in tutti gli enti educativi, nei centri diurni e di occupazione. Il processo di educazione viene organizzato in modalità remota.

Organizzazione del lavoro degli enti di salute
Servizi stazionari
Rinvio degli interventi chirurgici previsti, ad esclusione dell’assistenza ed i servizi senza i quali il paziente avrebbe bisogno dell’assistenza sanitaria indispensabile oppure il suo stato potrebbe peggiorare notevolmente.
Rinvio dei ricoveri ospedalieri previsti relativi ad altri servizi diagnostici e terapeutici.
Divieto di visite ai pazienti, ad esclusione dei pazienti di fase terminale e dei minori fino a 14 anni con l’autorizzazione del medico curante.
Limitazione dell’erogazione dei servizi di riabilitazione medica esclusi i casi in cui l’assenza di tali servizi potrebbe determinare la disabilità del paziente.

Servizi ambulatoriali
Erogazione dei servizi in modalità remota: prescrizione dei farmaci e dei mezzi di assistenza sanitaria, consulenze, rilascio e proroga dei certificati medici elettronici, consulenze reciproche dei medici, prescrizione degli esami indispensabili, consulenze del personale infermieristico.
Rinvio delle consulenze previste, dei servizi diagnostici, preventivi e terapeutici ad esclusione dell’assistenza e dei servizi senza i quali il paziente avrebbe bisogno dell’assistenza sanitaria indispensabile oppure il suo stato potrebbe peggiorare notevolmente.
Limitazione dell’erogazione di servizi presso il domicilio ad esclusione dei servizi di cura ambulatoriale e di assistenza palliativa presso il domicilio.
Rinvio di erogazione dei servizi ambulatoriali della riabilitazione medica.
Rinvio di esecuzione dei controlli preventivi e dei programmi di prevenzione.
Riorganizzazione delle vaccinazioni previste.
Rinvio di erogazione dei servizi odontologici ad esclusione l’assistenza sanitaria indispensabile.
Riorganizzazione dell’attività delle farmacie al fine di evitare contatti diretti.

Organizzazione del lavoro degli enti di servizi sociali
Vietate le visite in tutti gli enti di servizi sociali, nelle case-famiglie, nelle case di convivenza di gruppi e di comunità.
In altri enti che erogano servizi sociali i contatti con il cliente sono autorizzati soltanto al fine di assicurare i servizi sociali indispensabili.
Vietata l’attività nei centri diurni e di occupazione dei minori, disabili ed anziani.

Consigliare a tutte le comunità religiose in Lituania di non organizzare le funzioni religiose al fine di evitare assembramenti pubblici.

Durata della quarantena in Lituania: dalle ore 00.00 del 16 marzo 2020 alle ore 24.00 del 30 marzo.


371